OT EQUATOR BIOLOGICAL ATTACHMENT

 OT EQUATOR È DISPONIBILE PER TUTTI I TIPI E LE MARCHE DI IMPIANTI AL MONDO
(altezze transmucose da 0,5 a 7 mm)

L’attacco OT Equator Biological Attachment viene costruito e utilizzato per tutti i tipi e le marche di impianti in uso al mondo. 
L’attacco OT Equator Biological Attachment e la sua componentistica permettono, seguendo un protocollo protesico, la costruzione di protesi fisse Seeger Bridge e combinate Seeger Bar in poche sedute (3-4) di massimo 30 minuti l’una.


Grazie alla molla 
Seeger si semplificano le progettazioni delle protesi fissa Seeger Bridge e combinata Seeger Bar:

 

Problemi dovuti al disparallelismo sono superati dal meccanismo OT Equator-Seeger e in molti casi si trasformano addirittura in un vantaggio;

349 337

L’ancoraggio “snap” in fase progettuale garantisce la stabilità della protesi ed evita l'uso delle viti passanti in zone estetiche nel caso di impianti inclinati in direzione vestibolare.



Questa ritenzione ha la prerogativa di rendere estremamente facile il montaggio e lo smontaggio delle protesi, migliorandone l’ispezionabilità, la pulizia ambulatoriale, i controlli periodici e la manutenzione.

 

EVOLUZIONE SFERICA

EVOLUZIONE SFERICA

OT EQUATOR L'ATTACCO PIU' PICCOLO E VERSATILE AL MONDO

Nel 2007 da una collaborazione tra l’università di Modena e Reggio Emilia e Rhein'83 è nato l’attacco OT Equator Biological Attachment (O.B.A), un attacco dalle dimensioni ridotte, il cui design è stato ottenuto dalla modifica dell’attacco a sfera OT Cap di Rhein'83 al quale sono stati rimossi il polo superiore ed inferiore, mantenendo solo la componente centrale equatoriale ritentiva, da cui il nome “EQUATOR”. E' un prodotto polivalente con il quale si ottiene ogni tipo di protesi. Le componenti per protesi mobile sono commercializzate e distribuite da Rhein’83, mentre le componenti per protesi fissa Seeger Bridge vengono commercializzate e distribuite da OT Implant.

EVOLUZIONE TECNICA

EVOLUZIONE TECNICA

LA MOLLA SEEGER RAPPRESENTA UNA RIVOLUZIONE PER LA IMPLANTOPROTESI FISSA PERMETTENDO L’ELIMINAZIONE DI MOLTI FORI DELLE VITI PASSANTI NELLE ZONE ESTETICHE.

La componente sottoequatoriale di O.B.A. consente l’alloggiamento, all'interno del moncone cilindrico Extragrade, di un anello acetalico intercambiabile - detto “ molla SEEGER ” – che è uno degli elementi originali della metodica e rappresenta la terza strada delle connessioni implantari, dopo le soluzioni avvitate e le soluzioni cementate. La molla Seeger crea una ritenzione e una tenuta che funzionano in protesi fissa Seeger Bridge.


OT EQUATOR BIOLOGICAL ATTACHMENT

OT EQUATOR BIOLOGICAL ATTACHMENT

L'ATTACCO OT EQUATOR VIENE FORNITO PER TUTTI I TIPI E LE MARCHE DI IMPIANTI AL MONDO

Il foro filettato a fondo chiuso sulla testa dell’attacco non comunicante con l’interno dell’impianto, evita le infiltrazioni batteriche corono-apicali. Il principale vantaggio meccanico della sistematica O.B.A. è la multifunzionalità. Permette di montare protesi fisse agli impianti, è utilizzabile protesi mobile nella tecnica overdenture. Può essere usato sia per progetti di protesi fissa Seeger Bridge nonché per protesi combinata a doppia struttura Seeger Bar.


DISPARALLELISMO: DA PROBLEMA A VANTAGGIO

DISPARALLELISMO: DA PROBLEMA A VANTAGGIO

INSERZIONI DISPARALLELE OLTRE 80 GRADI

Il vantaggio protesico del pilastro O.B.A. è l’ eccezionale capacità di superamento degli impianti disparalleli, anche nei casi estremi oltre 80 gradi, senza ricorrere a componenti implantari dedicate tipo MUA e/o costosi fresaggi e lavorazioni che impegnano tecnicamente con lunghi tempi di lavoro.

BIOLOGIA

BIOLOGIA

LA CONNESSIONE ROTAZIONALE DI OT EQUATOR BIOLOGICAL ATTACHMENT (O.B.A.) GARANTISCE UNA PRECISIONE SUPERIORE A TUTTE LE COMPONENTI IN APPOGGIO NON ROTAZIONALI. L'INSERZIONE IN FASE CHIRURGICA FAVORISCE LA FORMAZIONE DELLA GIUNZIONE EPITELIO CONNETTIVALE SULLA SUA SUPERFICIE PERIMETRALE LISCIA ESTERNA.

Il pilastro O.B.A. è stato progettato per essere avvitato all’impianto durante la fase chirurgica, in sostituzione della vite di guarigione, e non verrà più rimosso. Il pilastro O.B.A. promuove la formazione della barriera emidesmosomiale per la prevenzione dei fenomeni di infiltrazione corono-apicali, causa di processi infiammatori, mucositi, perimplantiti e riassorbimenti ossei perimplantari.

logo

Questo sito utilizza i Cookie per migliorare l'esperienza dell'utente e la qualità dei servizi. Continuando la navigazione autorizzi le nostre modalità d'uso dei Cookie.